Fuori dalle righe (133)

Fuori dalle righe Ci sono delle persone che hanno una fiducia enorme nelle proprie capacità e che si sentono sempre i più bravi e i più meritevoli. Altri non si sentono in grado di raggiungere dei risultati degni di nota e non sembrano accorgersi dei propri meriti. In alcuni casi si tratta di insicurezza, ma ogni tanto questo atteggiamento è dettato da una continua analisi e critica delle proprie potenzialità e dei risultati raggiunti. E’ evidente che quando ci aspetta troppo da noi stessi, si rischia di andare incontro a grandi delusioni, specie se non raggiungono gli obiettivi prefissati. Ma come si può non essere troppo critici verso noi stessi? E’ possibile non ingigantire troppo gli errori che commettiamo? E come conciliare il nostro desiderio di arrivare sulla luna con la realtà? Non si può smettere di sognare, di avere degli obiettivi grandiosi o dei sogni nel cassetto, ma a volte le nostre aspettative megalomani rischiano di farci scordare le cose  che abbiamo già raggiunto. Quanto vorrei non avere dubbi! Manuale: pag. 68-69 – Selezione del picture Style Immagini: Vanessa Winship, fotografa britannica dell’agenzia VU (dove si trovano i sui laori più recenti) che ha vinto il World Press Photo 2008 nella categoria Ritratti – Portfolio. Interessante l’intervista su “Idee in Bianco e Nero“. Dati scatto:

  • macchina: Canon EOS 450D
  • obiettivo: Canon EF 18/55 mm
  • lunghezza focale: 55 mm
  • modalità: manuale
  • messa a fuoco: manuale
  • otturatore: 1/60
  • apertura: f/5,6
  • ISO: 200

All’ultimo minuto (4)

Come prima di addormentarsi

Una macchia di colore illuminata da una piccola lampadina con gli occhi ormai stanchi, chiedendomi se anche alla luce del sole la foto mi sarebbe piaciuta. (Il post è in ritardo, ma la foto è del giorno giusto!)

Continuano le mie prove con la modalità manuale, valutando e provando le accoppiate tempi, diaframmi e ISO: le situazioni estremi, con scarsa luminosità, sono quelle in cui gli esperimenti mi danno più soddisfazioni. Poi nel caso GIMP mi da una mano.

Manuale: pag. 61 – Selezione del punto AF: come cambiare il punto di messa a fuoco. Generalmente viene messo a fuoco il punto più vicino. Nelle modalità manuali è possibile decidere quale punto usare.

Fotografo: Ieri (il giorno giusto) ho visitato un photoblog molto bello:  VogliaDiTerra – photoblog. Immagini e macro sui diversi aspetti della natura, sicuramente lo seguirò nei prossimi giorni.

Dati scatto:

  • macchina: Canon EOS 450D
  • obiettivo: Canon EF 18-55
  • lunghezza focale: 55
  • modalità: manuale
  • messa a fuoco: AF
  • otturatore: 1/20
  • apertura: f/5,6
  • ISO: 800