Costruire un sogno (22)

Costruendo un sogno

La zona della Stazione Garibaldi qui a Milano è in costruzione: ci sono abbozzi di torri gigantesche e gru illuminate a giorno. E’ un po’ come costruire un sogno, o quando si intravede un possibile futuro ma non si è mai certi che sarà bello come ce la siamo immaginati.

Sognare, immaginare e progettare sono probabilmente le fasi che preferisco in una qualsiasi attività.  Il resto poi è una salita faticosissima.

Manuale: pag. 19 – Informazioni sul mirino. Devo ricordarmi di controllare tutti i parametri prima di scattare, basta imparare a guardare il display e c’è tutto.

Immagini: Questa sera una lettura sotto le coperte: “L’arte della fotografia digitale” di John Hedgecoe.

Dati scatto:

  • macchina: Canon EOS 450D
  • obiettivo: Canon EF 50/1,4
  • lunghezza focale: 50mm
  • modalità: manuale
  • messa a fuoco: automatica
  • otturatore: 1/30 (appoggiata ad un muretto)
  • apertura: f/3,5
  • ISO: 200
  • hai scelto una strana combinazione… il consiglio per questo tipo di foto è sempre l’autoscatto, con un tempo lungo iso basso e obbiettivo un po’ chiuso… anche f8 tanto compensi coi tempi… le luci hanno tutte uno strano effetto… peccato il soggetto merita… (ciao e complimenti per le altre foto)

    • caramellamenta

      Grazie!
      Proverò sicuramente a seguire il tuo suggerimento, perché mi piacerebbe tornare e riprovare un giorno con un po’ di calma e, magari, un cavalletto.

  • Maddai! L’altra sera ci son passata e ho pensato che a me sembrava uno stadio da Quidditch (sai, tutto quelle torri alte che sembra sorgere attorno ad un ovale) e stavo pensando che mi sarebbe piaciuto cimentarmi con una foto in notturna.. 😀

    • caramellamenta

      Mi hanno detto che sembravano le due torri di Sauron.
      Sembra un luogo affascinate, non la stazione Garibaldi 🙂