Senza via di uscita (60)

Strada senza uscita

I binari che finiscono nel nulla mi hanno sempre affascinato: è come se improvvisamente tutto si fermasse. La descrizione potrebbe prendere sentieri pensieri poco allegri (tutte le aspirazioni e i sogni di una persona che sbattono – anche fisicamente – contro un muro). Ma oggi mi piace pensare che tutti possano notare il cartello che segna la via di uscita e riescano ad imbucarla all’ultimo minuto, magari saltando dal treno in corsa.

Englis abstract: “No way out” – But I am sure that there is always an emergengy exit, and that we can find a new way and change our minds.

Immagini: Carlos Jones – fotografo.

Manuale: pag. 140 – Regolazione degli effetti di stampa.

Dati scatto:

  • macchina: Canon EOS 450D
  • obiettivo: Canon EF 50mm/1,4
  • lunghezza focale: 50mm
  • modalità: manuale
  • messa a fuoco: automatica
  • otturatore: 1/30
  • apertura: f/1,4
  • ISO: 100
  • I like it. The picture really tells a story.

  • morenaemme

    makes me feel sooooo sad and anxious!!!

  • But there is an emergency exit! It is such an stange place.

    2009/11/24 Disqus <>

  • morenaemme

    but the emergency exit's not the first thing you notice… I saw the END there… and I'm always anxious when thinking of “ends” in general… unless we're talking about end of pains… but this is not the case…
    but which underground is this?

  • Green line, Garibaldi station, here in Milan. There is a unused line near
    the normal one. You had probably seen it…

    2009/11/24 Disqus <>