Bolle, sobbolle e diventa buono

Bolle e sobbolle

Questo non sta diventando un food blog, ma sul blog di Cavoletto di Bruxelles – Cucina con fotografia, (un giro lo merita) – è comparso un bel contest e, dopo aver ammirato le foto di magnifici stracotti, ieri sera al posto del solito arrosto, ho provato ad inventare. Ne è uscito un piatto nuovo, che è stata anche apprezzato da grandi e piccini.

Qualche scatto ed ecco a voi la ricetta; le dosi precise non le so, sono andata un po’ ad occhio… ma mi perdonerete.

E si mangia!

Il mio nuovo stracotto

  • 500 gr. di carne di maiale (io avevo della coppa)
  • 1 porro grande
  • 2 carote
  • un po’ di brodo
  • 3 cucchiai di latte
  • 3 cucchiai di salsa di pomodoro
  • sale
  • olio evo
  • un po’ di farina

Tagliare a tocchi, infarinarli  e rosolarli  in una casseruola con un po’ di olio. Togliere la carne dalla pentola e aggiungere il porro tagliato a fettine sottili, con la carota, lasciandolo stufare per una decina di minuti a fuoco lento. Aggiungere il sale e il latte e lasciare cuocere finché il latte non è evaporato.

Unire la carne e la salsa di pomodoro, aggiungere un po’ di brodo, coprire con il coperchio la pentola, abbassando la fiamma. Lasciare sobbollire per almeno un paio di ore, mescolando di tanto in tanto ed eventualmente aggiungendo un po’ di brodo.

Con un po’ di insalata e il pane carasau è proprio perfetto.