Fuori dalle righe (133)

Fuori dalle righe Ci sono delle persone che hanno una fiducia enorme nelle proprie capacità e che si sentono sempre i più bravi e i più meritevoli. Altri non si sentono in grado di raggiungere dei risultati degni di nota e non sembrano accorgersi dei propri meriti. In alcuni casi si tratta di insicurezza, ma ogni tanto questo atteggiamento è dettato da una continua analisi e critica delle proprie potenzialità e dei risultati raggiunti. E’ evidente che quando ci aspetta troppo da noi stessi, si rischia di andare incontro a grandi delusioni, specie se non raggiungono gli obiettivi prefissati. Ma come si può non essere troppo critici verso noi stessi? E’ possibile non ingigantire troppo gli errori che commettiamo? E come conciliare il nostro desiderio di arrivare sulla luna con la realtà? Non si può smettere di sognare, di avere degli obiettivi grandiosi o dei sogni nel cassetto, ma a volte le nostre aspettative megalomani rischiano di farci scordare le cose  che abbiamo già raggiunto. Quanto vorrei non avere dubbi! Manuale: pag. 68-69 – Selezione del picture Style Immagini: Vanessa Winship, fotografa britannica dell’agenzia VU (dove si trovano i sui laori più recenti) che ha vinto il World Press Photo 2008 nella categoria Ritratti – Portfolio. Interessante l’intervista su “Idee in Bianco e Nero“. Dati scatto:

  • macchina: Canon EOS 450D
  • obiettivo: Canon EF 18/55 mm
  • lunghezza focale: 55 mm
  • modalità: manuale
  • messa a fuoco: manuale
  • otturatore: 1/60
  • apertura: f/5,6
  • ISO: 200
  • C H A P E A U !
    (hai superato te stessa!)