Un piccolo intermezzo (74)

Invito per merenda

Uno scatto veloce, senza mezzi (neanche i miei adorati pezzi di cartone che mi fanno da riflettori) e per fortuna c’era il cavalletto.

Quando sono dietro la macchina fotografica mi piace essere senza occhi indiscreti, libera di pensare e di scattare 1000 fotografie tutte da buttare per riuscire a catturare l’immagine che cerco. Occhi indiscreti che osservano il mio lavoro, mi infastidiscono e non riesco a concentrarmi. Il sabato e la domenica difficilmente trovo un momento tranquillo, qualcuno improvvisamente e inaspettatamente ha sempre bisogno di me. Ma come fanno i veri fotografi a lavorare circondati da tutte quelle persone?

English abstract: “A little break” – How can the real photographer shoot with a lot of person all around? For me the week-end are the worst day: having my family looking at me makes me feel unsecure and unconfortable.

Manuale: pag. 178 – Specifiche.

Immagini: un po’ di riviste allegate ai quotidiani del sabato e le immagini di Michel Tcherevkoff, un artista con una creatività particolare.

Dati scatto:

  • macchina: Canon EOS 450D
  • obiettivo: Canon EF 18-55mm
  • lunghezza focale: 35mm
  • modalità: manuale
  • messa a fuoco: automatica
  • otturatore: 1/2
  • apertura: f/9
  • ISO: 200
  • I know what you mean…with family around, there seems to always be someone who has pressing needs. I don't know how photographers do it. Nice photo, though. I like the red and white.